Villa Puccini a Torre del Lago
La Villa Puccini a Torre del Lago, voluta dal musicista, appassionato cacciatore e frequentatore del lago di Massaciuccoli, è un esempio interessante di come la tipologia architettonica e il concetto stesso di "villa" si siano totalmente trasformati in epoca liberty. La villa ha perso del tutto il suo carattere di unità economica di produzione agricola, e il suo rapporto con il giardino e il territorio è conseguentemente del tutto diverso.
Il giardino ha una superficie minima, e si ispira, nelle dimensioni e nelle forme irregolari delle aiole ornate di pietre, al giardino giapponese, in accordo con la passione di Puccini e del suo ambiente per la cultura orientale.
L'edificio, a pianta rettangolare, ha due piani e le sue forme sono molto semplici e lineari. Un bow-window in vetro e ferro raccorda la facciata principale, posta sul lato corto, con il piccolo giardino che un tempo dava direttamente sul lago.
Con la semplicità dell'esterno contrasta la ricca decorazione eclettica degli interni. Fu realizzata, in collaborazione con Giacomo Puccini stesso, da De Servi, Galileo Chini, autore del caminetto, e Nomellini, responsabile delle decorazioni pittoriche alle pareti. Queste furono coperte nel 1908 con delle stoffe a causa dell'umidità. Notevoli i mobili Bugatti e Tiffany e il paravento donato a Puccini dal governo giapponese. Al pian terreno si può visitare la cappella in cui è sepolto il musicista, opera dell'architetto Pilotti, con vetrate di De Carolis e i due bassorilievi di Maraini "La Musica che piange il Maestro" e "La Musica che sopravvive al Maestro".
La Villa è oggi sede del Museo Villa Puccini.

Dove

Viale Giacomo Puccini, 266, 55049 Torre del Lago Puccini LU

Notizie storico critiche

Nel 1898 Giacomo Puccini acquistò sulla riva del lago una casa torre che aveva affittato nel 1891.
Puccini collaborò con Luigi De Servi, Plinio Nomellini e Giuseppe Puccinelli alla definizione del progetto di costruzione, che prevedeva di demolire la casa torre e di mantenere soltanto le fondamenta della struttura precedente. La Villa fu la residenza di Puccini fino al 1921, anno in cui si trasferì a Viareggio. Nello studio di Torre del Lago furono composte molte delle sue opere più famose: Manon Lescaut, La Bohème, Tosca, Madama Butterfly, La Fanciulla del West, La Rondine e Il Trittico. Nel 1926 un salottino del pian terreno fu trasformato in Cappella per la sepoltura del Maestro, morto due anni prima.

Bibliografia

  • GIUSTI MARIA ADRIANA (a cura di), Le età del Liberty in Toscana, Octavo Franco Cantini editore, 1996

Informazioni

Comprensorio: Versilia
Datazione edificio: XIX-XX secolo
Datazione giardino: XIX-XX secolo
Frazione / Località: Viareggio, località Torre del Lago Puccini
Telefono: 0584 341445
           

Ospitalità e Accoglienza...