San Michele a Coreglia
Collocata al centro dell'abitato, e in origine deputata al ruolo di chiesa castellana, la chiesa risale al XII secolo. Diverse le opere di pregio conservate all'interno, tra cui un tabernacolo attribuito a Matteo Civitali e una scultura di Lupo di Francesco.

Dove

Coreglia Antelminell

Notizie Storiche

L'abitato di Coreglia compare fin dal X secolo cui afferiscono anche le due chiese che vi risultano edificate nell'"Estimo" del 1260, dedicate a S. Martino e a S. Michele. Quest'ultima risale al XII secolo e in origine ricopriva il ruolo di chiesa castellana, cosa di cui resta traccia nel campanile, antica torre del castello, in cui sono ancora visibili le feritoie e i punti di avvistamento. L'edificio, profondamente trasformato da una ristrutturazione effettuata nell'Ottocento, mantiene tuttavia alcune tracce dell'originale impianto romanico, specie nella facciata e nel fianco destro. Tra il XIII e il XIV secolo, fu aggiunta al fianco destro la cappella di S. Filippo, quasi a mo' di transetto. All'interno, a navata unica, si conservano diverse opere di un certo rilievo, tra cui un fonte battesimale del XV secolo e un tabernacolo per l'olio santo risalente alla fine del XV secolo e di recente attribuito a Matteo Civitali , o a qualcuno dei suoi allievi più vicini. Da segnalare infine un gruppo in marmo dell'Annunciazione, e un Arcangelo Michele, opera certamente uscita dalla cerchia di Giovanni Pisano, attribuita variamente e Giovanni di Balduccio e a Lupo di Francesco e databile al XIV secolo.

Informazioni

Fondazione: XII secolo
Frazione / Località: Coreglia Antelminelli
Comprensorio: Mediavalle

Ospitalità e Accoglienza...