Mostra Archeologica Permanente

Mostra Archeologica Permanente
La Mostra Archeologica di Capannori nasce nel settembre 1987 e in altra sede, come primo passo verso la formazione di un centro di documentazione archeologica del territorio, strettamente legato ai ritrovamenti e agli scavi archeologici nel comprensorio Comunale. Quest'ultimo comprende buona parte della fertile piana lucchese, attraversata in età antica dall´articolato corso dell'Auser, importante via di penetrazione e collegamento lungo la quale, fin dall'Età del Bronzo, si concentrò la maggior parte degli insediamenti umani.
Sia gli scavi regolari che la raccolta di superficie hanno fornito una grande quantità di reperti che vanno dalla Preistoria all'età medievale e rinascimentale. Dal 1999, la Mostra Archeologica, promossa, allestita e gestita dall´attivo volontariato del GAC, Gruppo Archeologico Capannorese, ha trovato sede in una saletta al piano terra di Palazzo Pera, raro esempio ottocentesco di palazzo padronale rurale (in Capannori sono più frequenti le ville).

Dove

Via Cardinale Pacini 20

Tipo di collezione

Reperti archeologici di età preistorica, etrusca, romana e medievale.

Notizie storico critiche

Il Gruppo Archeologico di Capannori nasce nel dicembre 1984 e da allora conduce ricerche sul territorio in collaborazione con l'Amministrazione Comunale e con le Circoscrizioni e sotto la supervisione della Sovrintendenza Archeologica per la Toscana.
La Mostra Archeologica raccoglie ed illustra attraverso una scelta di reperti, accuratamente restaurati, i ritrovamenti e i risultati raggiunti dal vivace volontariato locale, particolarmente attento alla valorizzazione del patrimonio archeologico del territorio, arricchitosi sorprendentemente negli ultimi anni.
I reperti provengono sia da ricerche di superficie o rinvenimenti fortuiti, sia dai saggi e scavi archeologici, come quello in località Palazzaccio, effettuati dal GAC.
L'esposizione comprende manufatti in pietra scheggiata dai giacimenti preistorici, tra i quali particolarmente importante è quello di Casina d'Isola. Numerosi reperti, tra cui vasellame, anfore da trasporto, laterizi, monete e manufatti in metallo, illustrano la consistenza e le caratteristiche degli insediamenti etruschi e poi romani del territorio. Sono inoltre presenti ceramiche e reperti metallici di epoca medievale e rinascimentale, tra cui una placca da cintura longobarda. Recentemente, in seguito al rinvenimento di una piccola necropoli a Vorno, la Mostra è stata arricchita con la ricostruzione di una delle sepolture e, prossimamente, con l'ampliamento degli spazi a disposizione, verranno ricomposte anche le altre tombe. Nella Mostra sono esposti anche reperti provenienti dal sito archeologico del Chiarone
.

Bibliografia

  • ABELA E., Mostra archeologica, Catalogo, Edizione Anastatica, 1999
  • G. A. C., Capannori itinerari archeologici, un viaggio tra le ultime scoperte nel territorio, M. P. Fazzi editore, Lucca, 1981

Informazioni

Contatti: Federico Del Carlo, Maila Franceschini (Gruppo Archeologico Capannorese)
Telefono: 0583 974156 (Maila Franceschini)
Telefono: 0583 428432 (Ufficio Cultura del Comune)
Telefono: 0583428784 - Museo
Sede / Indirizzo: Via Cardinale Pacini 20
Frazione / Località: Capannori
Comprensorio: Piana di Lucca
     

Ospitalità e Accoglienza...