Borgo fortificato di Cascio
A sud del rilievo di Montepepoli, su un colle terrazzato coltivato a vitigno, le possenti mura di Cascio dominano l'ansa di ingresso del Serchio alla piana della media valle. Spessa e di considerevole altezza, la cinta in pietra è dotata di una scarpata sporgente e di cordolo. Sviluppata su un perimetro irregolare, essa è scandita da cinque torrioni semicircolari sugli angoli, attrezzati con piazzole, cannoniere e garritte per le sentinelle.
Ciascuna delle due porte di accesso al borgo, disposte in asse con la via principale, si presentano munite di corpo di guardia.
Fortezza di progettazione seicentesca, Cascio si discosta, nell'assenza di bastioni, dalla più tipica edilizia coeva, avvicinandosi piuttosto ai modelli delle cittadelle quattrocentesche.

Dove

Via delle Mura, 4, 55020 Cascio LU

Notizie Storiche

Un comune altomedievale, Cascio fu in seguito controllato da Lucca e incluso nel Vicariato di Gallicano; era un passaggio forzato tra la Garfagnana e Lucca sulla strada che attraversava il passo di Montepulpoli. Nel 1429 passò sotto i duchi d'Este e fu incluso nel nuovo Vicariato di Trassilico; questo rafforzò la sua importanza strategica al confine con il territorio di Lucca. Le sue antiche fortificazioni, semplicemente un sottile muro che circondava il villaggio, erano insufficienti contro la minaccia dell'artiglieria; tuttavia furono rinnovati solo dopo la guerra del 1613, quando gli abitanti di Cascio, che si erano arresi al nemico durante un assedio, furono accusati di tradimento non appena l'autorità della Casa d'Este fu ristabilita e accettò l'onere di fortificare l'intero villaggio a proprie spese per evitare di essere impiccato. Il lavoro su un imponente progetto di Pasio Pasi, in seguito ampliato, con un costo stimato di 18000 scudi, iniziò nel 1615.

Informazioni

Fondazione: 1615-1618
Frazione / Località: Molazzana, località Cascio
Comprensorio: Garfagnana

Ospitalità e Accoglienza...