Borgo fortificato di Castiglione
Giungendo verso Castiglione già da lontano è possibile vedere l'imponenza delle mura che si sviluppano per ben 750 metri, con un andamento planimetrico a forma di quadrilatero irregolare.
Si entra nella cerchia urbana attraverso una delle quattro porte poste per ogni lato della cinta muraria. Ai vertici e in corrispondenza delle porte, sono attestati sei alti torrioni cilindrici. Su due di questi trovano posto, sin dal sec. XVII, i campanili delle principali chiese del paese: S. Pietro (la più antica, consacrata nel 1197) e S. Michele (XIII sec.).
Salendo verso la chiesa di S. Pietro si arriva a scorgere la rocca, parte più elevata del borgo, attualmente di proprietà privata. Era una struttura ad esclusivo uso militare adibita a residenza per il castellano e per la guarnigione dove, in appositi locali, erano custodite le armi e la polvere da sparo. Il complesso presenta un andamento planimetrico irregolare, ha tre alti torrioni cilindrici coronati da beccatelli, e un corpo di fabbrica più basso a difesa dell'unica porta d'ingresso.
Un'altra porzione della fortificazione è costituita dalla "Sardegna", una vasta area posta sul lato Nord del paese e racchiusa da un'ulteriore tratto di mura con due torrioni, un tempo deposito dei rifiuti, ora trasformata in campi da coltivare.

Dove

Castiglione di Garfagnana

Stato di conservazione

Nell'Ottocento, con la smobilitazione dei presidi inutilizzati, la Rocca fu venduta a privati che la trasformarono in residenza; analoga sorte toccò a un torrione e ad alcune porzioni delle mura inglobate in edifici d'abitazione. Attualmente il comune di Castiglione, proprietario delle altre parti del complesso fortificato, si sta adoperando per la conservazione e valorizzazione di tutto il Borgo fortificato considerato tra i più importanti della Valle del Serchio.

Notizie Storiche

L'origine del complesso fortificato risale al primo medioevo, anche se l'unica cosa che sappiamo della fortificazione originale è che fu completamente distrutta da Lucca nel 1170. Ricostruita e assediata ancora una volta, dopo il trattato di pace del 1371, la piccola città definitivamente passò sotto Lucca, che espanse le mura e rinforzò l'intera fortificazione intorno al 1390. Castiglione era una delle comunità della Garfagnana che, contrariamente alla maggioranza, rifiutò di accettare la regola dei duchi di Ferrara, restando fedele a Lucca. Per questo motivo nel 1603 e ancora nel 1613 la città fu assediata dall'artiglieria portata da Modena: mura e rocca furono bruciate per diversi giorni e furono distrutti lunghi tratti di tende. Dal 1617 in poi, dopo che il territorio della Garfagnana fu ufficialmente ceduto ai Duchi d'Este, seguirono quasi due secoli di pace ininterrotta. Le mura e la rocca di Castiglione persero allora la loro funzione militare e nel XIX secolo, quando tutte le guarnigioni non utilizzate furono smobilitate, la Rocca, come altre fortificazioni della zona, fu venduta e divenne una residenza privata.

Informazioni

Fondazione: 1227
Frazione / Località: Castiglione Garfagnana
Comprensorio: Garfagnana

Ospitalità e Accoglienza...